Home   |  Video news   |  Photo Gallery   |  Contacts    English  Italian

MOC Mediterranean Open Championship Orienteering 2017
5/12/2016 - La Reggia di Caserta si prepara per il gran finale della XIII^ edizione del MOC - Mediterranean Orienteering Championship 2017

 

Il direttore Mauro Felicori “ci piace molto l’idea di una Reggia aperta agli appuntamenti internazionali e con l’orienteering l’uomo riscopre il navigatore che è in lui” Ad oggi sono già 500 gli iscritti internazionali in rappresentanza di 23 nazioni. 02 dicembre 2016, Reggia di Caserta (CE). La XIII^ edizione del Campionato Mediterraneo di corsa orientamento è stata presentata nei giorni scorsi presso la Reggia di Caserta con diretta FB alla presenza del direttore Mauro Felicori, del responsabile FISO Campania Davide Pecora, del resposabile del parco Leonardo Ancona, dell’organizzatore Gabriele Viale / PWT Italia, del cartografo norvegese Bernt Bjonsgaard e di Rosi Paolella della riserva WWF di Bosco San Silvestro. Dichiarazioni Mauro Felicori – direttore Reggia di Caserta:”Colgo questa occasione per comunicarvi che la Reggia di Caserta è il monumento italiano più “social” in Italia, e con il 40% in più di ingressi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Un nuovo risorgimento è iniziato per la Reggia. Fin da subito abbiamo aderito a questo straordinario evento internazionale di orienteering, in quanto penso che con l’orienteering l’uomo riscopra il navigatore che è in lui. Ci piace molto l’idea di una Reggia aperta agli appuntamenti internazionali e con questa gara faremo conoscere maggiormente il parco, il giardino inglese e il bosco San Silvestro, non solo agli stranieri, ma mi auguro ai campani stessi. Siamo contenti di avere Bernt Bjonsgaard con noi, ora nostro testimonial in Scandinavia ”. Gabriele Viale – Presidente PWT Italia/organizzatore:”ringraziamo la direzione della Reggia per averci messo a disposizione un’area gara di così straordinario pregio e l’oasi WWF La Ghiandaia per la preziosa collaborazione a San Silvestro. Gareggiare tra i siti UNESCO di Caserta e Paestum, tra arte e cultura, è un privilegio unico. In quei giorni tutta l’attenzione mediatica internazionale sarà focalizzata in Campania in quanto al via parteciperanno tutti gli atleti più forti del mondo. Trasmetteremo in Scandinavia la diretta in streaming della gara. Ad oggi possiamo contare su oltre 500 iscritti in rappresentanza di 23 nazioni” Davide Pecora – responsabile tecnico FISO Campania:“Per la prima volta nella storia dell’orienteering campano ospitiamo un evento internazionale. E’ una cosa bella che mi auguro possa portare una crescita di appassionati anche a Caserta. Attualmente siamo radicati bene nel salernitano e nel mondo della scuola. La prima tappa del MOC si svolgerà nel centro storico di Agropoli in notturna”. Bernt Bjonsgaard – cartografo norvegese (ex Campione del Mondo di orienteering): “ Il bosco San Silvestro ed il giardino Inglese sono aree perfette per l’orienteering. Sarà una gara di elevata tecnicità. La Reggia nel suo complesso è straordinaria, di una bellezza indescrivibile, 4 volte più grande della residenza dei reali norvegesi. Per me è stato una scoperta straordinaria, prima non conoscevo questi luoghi. Sono contento di aver realizzato questa nuova mappa digitale di tutto il parco”. XIII^ edizione del MOC - Mediterranean Orienteering Championship 2017 Data di svolgimento 10-12 marzo 2017 Numero gare: 3. Località sede di gara: Agropoli (centro storico), Paestum (parco archeologico), Reggia di Caserta (parco, giardino inglese e bosco San Silvestro) Eventi collaterali: Ischia, 7 marzo 2017, trofeo PWT orienteering/Città di Ischia Cos’è l’orienteering Chi partecipa ad una prova di Orientamento, utilizza una carta topografica realizzata appositamente per questo Sport, con segni convenzionali unificati in tutto il mondo. Si gareggia individualmente od in squadra, transitando dai diversi punti di controllo posti sul territorio. Raggiunto il punto di controllo si dovrá registrare il passaggio sul proprio testimone di gara. Vince chi impiega il tempo minore; in questo Sport non vince sempre il piú veloce, ma colui che é in grado di orientarsi piú rapidamente e di fare le scelte di percorso migliori. Nell'Orienteering ognuno insegue il proprio obiettivo: l'atleta corre per raggiungere un risultato agonistico, la famiglia e il principiante per divertirsi in compagnia e trascorrere una sana giornata all'aria aperta. MOC Mediterranean Open Championship Orienteering: un nuovo concept Dall’esperienza PWT è emersa l’esigenza di consolidare e radicare un grande evento internazionale di orienteering nell’area mediterranea a cadenza annuale. Un nuovo concept a medio-lungo termine ideato da Gabriele Viale. La partecipazione è aperta a tutte le rappresentative nazionali del mondo oltre a quelle dell’area mediterranea Il MOC - Mediterranean Open Championship è: • un evento internazionale di orienteering a tappe itineranti nell’area mediterranea ad elevata qualità sportiva e organizzativa; • un mezzo per comunicare valori, emozioni, tradizioni e cultura; • uno strumento di marketing territoriale con riferimento al mercato nord-europeo; • un progetto pluriennale con due obiettivi primari; - promuovere una crescita sociale attraverso lo sport (prevenzione al disagio giovanile, scambio di esperienze e stili di vita); - valorizzare il mediterraneo quale meta di riferimento eco-turistico-sportivo in periodi destagionalizzati. Informazioni orienteering www.aok.it (FISO Campania) www.fiso.it (FISO Nazionale) www.orienteering.it (Sito MOC 2017) https://www.facebook.com/reggiaufficiale/?fref=ts (video integrale conferenza) Nella foto da Sx a Dx: Davide Pecora, Mauro Felicori, Leonardo Ancona, Rosi Paolella, Gabriele Viale, Bernt Bjonsgaard