Home   |  Video news   |  Photo Gallery   |  Contacts    English  Italian

MOC Mediterranean Open Championship Orienteering 2013
13/03/2013 - Occhio agli outsider: Helena Jansson, Carl Waaler Kaas e Mari Fasting

 

I CAMPIONI DI SVEZIA E NORVEGIA SI PRESENTANO A MATERA Scandinavi al MOC - Mediterranean Open Championship di orienteering non solo per clima e allenamenti, ma pure alla scoperta delle tradizioni enogastronomiche del Mezzogiorno Ad accompagnare la Norvegia il mito Petter Thoresen, che qui ha chiuso la sua carriera nel 2002. Mercoledì 13 marzo 2013 Si sono ritrovati ieri a Matera per allenarsi e prendere confidenza con la Città dei Sassi i grandi campioni nordici della corsa orientamento: la svedese Helena Jansson e i norvegesi Carl Waaler Kaas e Mari Fasting, questi ultimi accompagnati da uno dei miti dell'orienteering come il loro tecnico Petter Thoresen. Ha preso il via infatti il training camp ufficiale del MOC - Mediterranean Open Championship, in attesa delle gare in programma per il fine settimana a Pineta di Chiatona e Matera. Una delazione di atleti scandinavi è stata ricevuta dal Sindaco di Matera Sen. Adduce. La delegazione era capeggiata dal tecnico della nazionale norvegese Petter Thoresen, cinque volte campione del mondo tra gli anni '80 e '90; ex allenatore della Francia negli anni d'oro dei transalpini, Thoresen ha concluso la sua carriera di atleta proprio a Matera, partecipando nel 2002 alla finale europea del Park World Tour. Helena Jansson, nata nel 1985, è al momento l'orientista più forte di Svezia; ha vinto i mondiali a corta distanza del 2009 a Miskolc (Ungheria) e quelli sulla media distanza in Savoia nel 2011, anno in cui si è aggiudicata la classifica di Coppa del Mondo. Nel suo ricco palmarès figurano 12 medaglie mondiali e 5 europee, oltre a numerosi titoli nazionali svedesi. Carl Waaler Kaas, 30 anni, è il numero due di Norvegia, terra di grandissime tradizioni nello sport dei boschi; ha trionfato nei campionati del mondo disputati in casa nel 2010 a Trondheim, sulla media distanza, e ha collezionato tre secondi posti mondiali in staffetta. Non è da meno il curriculum di Mari Fasting (1985), da tanti anni al vertice dell'orienteering nordico, bronzo iridato in staffetta a Losanna nel 2012 e per due volte campionessa mondiale junior nel 2005. I favoriti al MOC rimangono il francese Thierry Gueorgiou al maschile e l'elvetica Simone Niggli-Luder al femminile, ma Jansson, Fasting e Kaas sono motivati e pronti a sovvertire i pronostici. Sono già a Matera le grandi squadre nazionali del Nord, come Svezia, Svizzera e Norvegia per partecipare al campo di allenamenti in vista del MOC che scatterà venerdì 15 marzo. I campionissimi dell'orienteering sono attratti non solo dal clima favorevole e dalle caratteristiche tecniche dei terreni e delle mappe di Basilicata e Puglia, ma anche dalle tradizioni enogastronomiche del Mezzogiorno. L'evento darà l'occasione di scoprire alcuni dei centri storici più belli d'Italia, ma anche delle tipicità locali come il pane di Matera, la clementina del golfo di Taranto, le orecchiette e i cavatelli con il caciocavallo e i vini Primitivi e Aglianico.