Home   |  Video news   |  Photo Gallery   |  Contacts    English  Italian

MOC Mediterranean Open Championship Orienteering 2017
15/02/2017 - Moc Camp nel Gargano: una grande opportunità per gli orientisti del Sud Italia

 

Saranno 5 le società a supporto del MOC camp- Test, l’importante appuntamento di orienteering che si svolgerà nel Gargano dal 4 al 9 marzo 2017. Lo staff tecnico internazionale impegnato sul Gargano è quanto di meglio a livello mondiale l’orienteering possa esprimere. Lo staff tecnico internazionale impegnato sul Gargano è quanto di meglio a livello mondiale l’orienteering possa esprimere: Janne Salmi, più volte campione del Mondo e successivamente allenatore della nazionale Finlandese, sarà il coordinatore tecnico del camp assieme allo Svedese Emil Wingstedt, pluricampione del Mondo della distanza sprint, ed ora qualificato allenatore di caratura internazionale. Al gruppo tecnico si uniscono 3 IOF advisor: Janos Manarin, direttore tecnico FISO per il MOC camp, Jaroslav Kacmarcik (con un passato anche di coach della nazionale azzurra) e Dusan Vystavel. Quest’ultimi due provenienti dalla Repubblica Ceka. Per i tesserati pugliesi far parte di un team cosi qualificato rappresenta un’opportunità unica di confronto internazionale, di formazione sul campo, di attivazione di nuove metodologie di allenamento a contatto con i grandi campioni dell’orienteering. I tesserati FISO Puglia, oltre all’acquisizione di maggior esperienza tecnico-organizzativa, potranno inoltre cogliere l’occasione di instaurare sinergie ed amicizie internazionali, che potranno essere di sostegno per gli eventi sportivi che saranno organizzati nei prossimi anni. Nicolino Sciscio, dirigente asd Foresta Umbra Sport, è pronto a scendere in campo: “La nostra associazione si pone come riferimento per l’attività orientistica sul Gargano, affiancheremo al MOC camp 3 nostre socie neo laureate in scienze motorie, in quanto penso che la vera formazione avvenga sul campo e puntiamo anche a far fare loro questo tipo di esperienze in team internazionali con l’auspicio che possano tornare utili per i mondiali del 2020 o per altre manifestazioni sportive”. Un’importante opportunità anche per Pippo Sisto, tecnico FISO ASD Sport Orienteering School: “Abbiamo poche occasioni per confrontarci con tecnici internazionali di grande esperienza e non possiamo farci sfuggire questa opportunità in casa; il fatto che il MOC camp sia anche un test ufficiale IOF ci permetterà di conoscere gli ultimi sviluppi sui nuovi format di gara e ringrazio Janos Manarin per la sua disponibilità a coinvolgerci” Determinata anche Anna Maria Rubino, dirigente ASD Bussola dor: “Mi sono avvicinata da poco all’orienteering, dopo i miei trascorsi sportivi sia da atleta, che da allenatrice nella pallavolo. Mi è subito piaciuto questo nuovo sport in particolare per le valenze didattiche. Anche noi ci impegneremo per il MOC camp, sia per acquisire esperienza, sia perché di sentiamo orgogliosi di questo evento in Puglia”. Soddisfatta Cecilia Colonna, dirigente ASD Alta sport academy: “Ben volentieri ho dato la mia disponibilità a coordinare la segreteria generale del MOC camp in Gargano. Sono grata a Gabriele Viale, che quando organizza eventi in Puglia, mi coinvolge in ruoli importanti. Non mi preoccupa il fatto che il MOC camp sarà seguito ufficialmente dalla Federazione Internazionale, essendo già stata responsabile della segreteria in occasione dei Campionati del Mondo di MTB-O 2011 a Vicenza” Sigismondo Mangialardi, fondatore ASD Circolo Nautico Lucano: “Lo sport è cultura, apre le menti e gli orizzonti. Gli sportivi veri sono cittadini del mondo. Quando c’è da dare una mano per il nostro sud, noi siamo pronti”.