Orienteering: vittoria azzurra a Montecchio Maggiore per Riccardo Scalet . Tra le donne la campionessa svizzera Simona Aebersold.

Eventi Sportivi - 21 Март 2021

Orienteering: vittoria azzurra a Montecchio Maggiore per Riccardo Scalet . Tra le donne la campionessa svizzera Simona Aebersold.

MONTECCHIO MAGGIORE (VI): Si è conclusa oggi, con i successi di Riccardo Scalet (PWT Italia) e Simone Aebersold (SVI), la 2 giorni vicentina di gare internazionali World Ranking Event valide come Mediterranean Orienteering Championship e come Coppa Italia.

Il successo nel MOC, con la somma tempi delle 2 prove (Lonigo e Montecchio) è andato ai 2 nazionali elvetici Joey Hadorn e Simona Aebersold.

Il podio di giornata ha visto al maschile completarsi con Joey Hadorn (SVI +00:14) e il giovanissimo scandinavo Kasper Harlem Fosser (IFK Goteborg  +00:16).

Tra le donne Elite la polacca Aleksandra (Hornik Polish National Team  +00:02) è seconda davanti alla transalpina Cécile Calandry (Annecy Sports Orientation  +00:33).

Riccardo Scalet è sceso in gara a Montecchio ed ha sfoderato una fantastica prestazione, vincendo nettamente la gara (unico a scendere sotto i 14 minuti sui 4,5 km del percorso con 50 metri di dislivello) davanti ad Hadorn ed al fortissimo norvegese Kasper Fosser. Per Scalet un inizio di stagione che lo pone già in cima all’Elite mondiale sulla distanza sprint, e lo accredita come uno dei pretendenti alle posizioni che contano quando verranno assegnate le medaglie europee e mondiali.

La 22enne Aebersold (nove volte campionessa del mondo da junior e sempre da junior già argento assoluto nel 2019), forte di un buon margine di vantaggio sulle atlete dell’Est Europa Janosikova e Hornik, si è ripetuta a Montecchio sfoderando uno stato di forma che la mette al momento ad un livello irraggiungibile alle avversarie, che si tratti di gareggiare su un terreno per lo più boschivo come quello di Lonigo o sul più classico terreno urbano di Montecchio Maggiore, dove la velocità pura è stata il fattore determinante per la composizione della classifica.

Tra le italiane le prestazioni migliori sono state realizzate dalla lombarda Caterina Dallera (Punto Nord Monza) e dalla veneta Annarita Scalzotto (Park World Tour Italia), entrambe appena approdate alla categoria Elite e già in grado di prevalere sulle compagne di nazionale più esperte e forse più accreditate alla vigilia

Soddisfatto Gabriele Viale, anima del PWT Italia. “L’organizzazione e’ stata una sfida nella sfida. Era giusto ripartire per dare un segno importante al movimento. Grazie a tutti quelli che sono intervenuti e ci hanno sostenuto”.

Alle premiazioni ha presenziato  il sindaco Gianfranco Trapula. All’evento è intervenuto anche il Presidente FISO, Sergio Anesi. “Una bella organizzazione ed anche il Sindaco di Montecchio si è complimentato con la nostra organizzazione. Ho verificato di persona il rispetto dei protocolli e tutto è stato perfettamente allestito con ampi spazi per il distanziamento sia in partenza che in arrivo. Un ottimo risultato di Riccardo Scalet, che è il nostro atleta di punta, gli altri italiani hanno avuto comunque l’opportunità di confrontarsi con il massimo livello per capire come lavorare in futuro per migliorare”.

L’evento è stato patrocinato da Regione Veneto, Città di Lonigo, Città di Montecchio Maggiore.

Un pool di sponsor sono intervenuti a diverso livello: Domina, Ford Bisson, La  Pria, 3 Lasagne, Tecnografica, Loison, Brazzale, BCC di Poiana Maggiore, Eismann, Belluscio assicurazioni

Ufficio Stampa PWT Italia

Cell. 3386138508

 

Sito: www.orienteering,it

Mail:

Fb: PWT Park World Tour Italy orienteering

Instagram: pwtparkworldtouritalia