MOC2021 Press Conference

News - 17 Март 2021

Presentata a Venezia la XVI edizione Mediterranean Open Championships di
orienteering: sabato e domenica prossimi tra Lonigo e Montecchio Maggiore in gara i
migliori atleti al mondo

(Arv) Venezia 16 mar. 2021 – E’ stato presentato quest’oggi a Venezia nella cornice di palazzo
Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, la XVI edizione del MOC Mediterranean
Open Championships di orienteering, gara di orientamento che apre la stagione con gli
appuntamenti di Lonigo, sabato 20 marzo, e il giorno successivo a Montecchio Maggiore nel
Vicentino.

Nove le nazioni in gara in prove classificate World Ranking Event. Introducendo
l’evento il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, ha detto che “la
gara di orienteering che oggi presentiamo è un voler guardare avanti, è un messaggio che
diamo ai nostri concittadini che con sopportazione eccezionale stanno affrontando quello che
sembra essere l’ultimo miglio di una maratona infinita”: Ciambetti poi ha sottolineato come “Con
la gara di Lonigo e Montecchio Maggiore celebriamo i primi vent’anni di vita del Park World
Tour Italia (PWT Italia). Questa associazione si è adoperata per anni al fine di sviluppare e
divulgare uno sport vero, una disciplina tutt’altro che semplice”.

Gabriele Viale, organizzatore e anima della manifestazione ha presentato la gara del prossimo week-end: “Si tratterà di una sfida nella sfida – aggiunge Viale – e ringrazio i Comuni e gli sponsor. Avremo i più grandi interpreti della disciplina come l’8 volte campione del mondo, Daniel Hubmann, Simone
Aebersold, i francesi Isla Basset e Frederic Tranchant, l’austriaco Robert Merl e il
norvegese Kasper Fosser e il 14 volte campione italiano Riccardo Scalet”.

Il Presidente nazionale Nazionale FISO, Sergio Anesi ha sottolineato l’importanza dell’evento
pur nell’emergenza Covid: “Riusciamo, attraverso un protocollo molto puntuale che ci consente
il controllo dell’attività, a ripartire. Mezza Italia è in zona rossa, ma molti atleti saranno al via
all’insegna della sicurezza. “.Il presidente norario PWT Italia, Michele Barbone ha
preannunciato che sarà l’Italia ad ospitare in Pulia nel 2022 il campionato mondiale master,
mentre il Presidente FISO Veneto, Mauro Gazzerro: ha ricordato come “come il Veneto, come
il Trentino, è una delle regioni leader per l’Orientering.

Nel 2021 avremo ben 5 campionati italiani nelle varie discipline e il gran finale con la Coppa del Mondo in Cansiglio. Un totale di 10.000 partecipanti, sempre che tutto si svolga nella normalità vista la Pandemia”. E’ stata poi la volta dei sindaci di Lonigo e Pierluigi Giacomello e di Montecchio Maggiore, le due località che ospiteranno il 20 e il 21 marzo le due gare previste dal cartellone.

Infine la parola a Riccardo Scalet, atleta nazionale Italiana orienteering e da 5 anni tesserato PWT: “Per me sarà una buona opportunità per competere e confrontarmi con i migliori al mondo: domenica cercherò il
grande risultato”.

Ufficio Stampa Regione Veneto